PUPELLA

Te ne sei andata a soli 3 mesi, in una calda giornata di agosto mentre giocavi con i tuoi amichetti nel cortile davanti a casa. E’ stato un attimo. Chissà se fu una farfalla,una cavalletta o una foglia spinta dal vento a ingannarti, a chiamarti aldilà della strada!? Non dimenticherò mai i miagolii strazianti della tua mamma Angie, come tentava di rianimarti leccandoti, smuovendoti con il muso, trascinandoti per la collottola come a volerti mettere in salvo! Tu, che eri il suo unico cucciolo! L’unico essere al mondo capace di strapparla alla sua solitudine, di renderla felice, l’unica dalla quale si sia mai lasciata amare. Sono trascorsi 4 anni da quel triste giorno, Angie è ancora qui, vive solitaria nel bosco e torna solo per mangiare; non ha più avuto altri cuccioli:dopo la seconda cucciolata rifiutata è intervenuta la mano dell’uomo per aiutarla ad essere solo e per sempre la mamma dela sua adorata e insostituibile Pupella