SASHA MIA

Sasha

Ho sofferto tanto la tua scomparsa, mi sono sentita sola e abbandonata
ma adesso  ti sento dentro di me in qualsiasi cosa che faccio.
ti sento sussurrarmi frasi di consiglio, nel sibilare del vento,
ti sento camminare accanto nell’ombra del mio passo,
ti sento vicina ogni qualvolta ho paura,
ti sento ogni volta che ho bisogno di essere amata.

non sento più il tuo calore sotto la mia mano come quando la poggiavo sopra il tuo corpo
non sento più il tuo respiro come quando attorcigliavo il mio collo al tuo,
non sento la tua zampa poggiatami addosso per attirare la mia attenzione.
Ma so che esisti ancora!
Non soltanto dentro quella bara che contiene quello che resta del tuo corpo,
ma dentro il mio cuore, dentro la mia anima
dentro i miei occhi che versano ancora lacrime per te
dentro tutti quegli insegnamenti che hai saputo darmi.

Nel buio della notte, mi hai fatto capire che non c’è nulla di aver paura
perché nulla è più pericoloso dell’uomo.
Nel tuo sguardo fisso su di me,
mi hai insegnato quanto io ero utile a qualcuno
Nello sforzo che mettevi nel riuscire a superare gli ostacoli
mi hai insegnato che non mi devo mai arrendere.
Nel riuscire ad amare me più della tua stessa vita,
dopo quello che un altro uomo ti aveva fatto
mi hai insegnato la virtù del perdono.
Nella forza che hai avuto di svegliarti dal coma per le mie urla,
hai saputo insegnarmi che pure la morte si sconfigge per amore.
Nella tua discrezione,
quando ti sei allontanata dal mio letto per andare a morire lontana in un’altra stanza,
per non arrecarmi dolore, mi hai insegnato che nulla è più nobile di un cane.
Nella tua storia, ho imparato che la vita è un sali e scendi puoi nascere in una casa e morire ai piedi di un cassonetto o nascere in un canile e morire tra le braccia di chi ti ama.

Poverò quell’uomo che non capirà mai quello che un cane può insegnarti
Perché quello non godrà mai di un dono così grande che è l’amore di un cane.

Poverò colui che si permetterà di giudicare quello che io sto scrivendo
Perché colui non conoscerà mai la gioia che si prova nel sentirsi amati senza confini

Ed ancora poverò quell’essere che crede che gli animali non hanno un anima,
perché lui stesso da prova di non averla.

Sasha dal momento che te ne sei andata,
ho cercato qualcos’altro da amare e da cui essere amata alla follia,
ho cercato di perdermi nello sguardo di un altro cane,
ho sperato di trovare la voglia di vivere nel mettere al mondo un figlio
ho cercato di abbandonarmi nelle braccia di un uomo,
ho riempito casa di stupidi oggetti per riempire l’infinito vuoto che hai lasciato,
ma nessuno ha mai saputo pacare il mio desiderio di essere amata.
Ti chiedo perdono,
se mai ho potuto pensare che qualcosa o qualcuno potesse sostituirti……

Mamma Lory