BIANCHINA

Bianchina, dolcissima cagnetta, in gamba e coraggiosa come un leone. Eri la pupilla di Enzo, che amava chiamarti Priscilla, ma anche la nostra! Da quando qualche ’bastardo’ ha deciso di avvelenarti la montagna di Is Concias č diventata un deserto. Ci manchi tanto.
    Roberto, Manuela e il tuo amato Enzo