ISOTTA

Ho letto questa poesia e, conoscendoti bene,credo che tu la penseresti nello stesso modo.... Mi auguro di non farti aspettare troppo....

’Ho spiegato a S.Pietro che preferivo fermarmi quì fuori dalla porta.
Non darò nessun disturbo, non abbaierò neppure, avrò pazienza, aspetterò.
Me ne starò quì,mordicchiando un osso celeste, non importa quanto ci metterai.
Mi mancheresti troppo se entrassi da solo...che Paradiso sarebbe per me ?’