MICIO PIPERNO 20 - 08 - 1993 / 04 - 07 - 2009

Amore mio immenso quanto bene ti ho voluto e ti voglio. Ti ho protetto sempre da tutto, anche dall’aria e poi, all’ultimo, quelle maledette analisi rimandate perché avevo da fare. Chissà se fatte a tempo debito ti avrebbero salvato la vita. Invece te ne sei andato in meno di 2 settimane e a me sembra ancora impossibile. Eri un torello, mi sembravi invincibile, a dicembre avevi perfino superato - a 15 anni! - un tumore dei più maligni e aggressivi. Ogni giorno è peggio, sento ancora la tua presenza ovunque, il tuo mantello di velluto sotto le mie carezze, i tuoi baffetti sul mio viso quando ci davamo i nostri bacetti. Sapessi come mi sento in colpa.... Potrai e potrò mai perdonarmi? Sarai sempre con me, dentro di me avrai la tua cuccia calda e sicura in eterno e da qui nessuno mai potrà portarti via, mia adorabile viziatissima canaglia! S.