MOLLY 1 - 20/06/11, LA TRAGEDIA

Molly indimenticabile Creatura, quella mattina infausta e maledetta in attesa del medico, in quella manciata di minuti che ci avrebbero separati per sempre, hai voluto che ti portassi in terrazza graffiando la porta come facevi ogni volta, ma non più ultimamente, forse per l’affanno che iniziava ad opprimerti, per rotolarti sull’erba del piccolo giardino che avevo creato per te che amavi rotolarti e mordere l’erba, hai iniziato a miagolare e gorgogliare dalla felicità come ogni volta, forse di più mentre ti strofinavi a me che ti abbracciavo inzuppandoti di lacrime, quando ho sentito le tue fusa che unite all’affannoso respiro ti creavano grossi problemi ti ho riportato in casa.
Il tuo ricordo sarà sempre in fondo al cuore.  Voglio dirti che la tua esistenza ha cambiato la mia vita.  Ora corri e rincorri le farfalle felice nei prati celesti, fammi capire che ci sei, e proteggici.  
Molly  1994 >>> 20 giugno 2011 -  Il tuo Papà che non ti dimenticherà . M A I