GRETA

9/9/1999 alle ore 6.00 del mattino, Greta morta.

E' stata avvelenata da una polvere topicida sparsa lungo i viali nei quali la nostra 'Cipolla' faceva le sue passeggiate , una polvere micidiale messa l apposta in un luogo dove di topi non esiste neanche l'ombra , apposta per uccidere un cane , uno qualunque , da un essere che definire bastardo un offesa per i cani meticci.
Ha sofferto molto prima di morire , l'abbiamo trovata agonizzante sul pavimento di casa , in una pozza di sangue, al nostro rientro dopo una serata con amici trascorsa parlando di cani, perch i cani erano la nostra vita, perchla nostra Greta era la nostra vita.
Inutile la corsa dal veterinario , inutili le ore passate sotto flebo nel tentativo di strappare alla morte 'Polly Pocket' (questo era l'ultimo dei soprannomi che avevamo affibbiato a Greta ...), inutili le iniezioni di vitamine, atropina, cortisone : dopo avermi poggiato per l'ultima volta la zampa sul braccio , quasi per chiedere aiuto, ha chiuso gli occhi ed volata via .....
E adesso resta il rammarico di non essere stati l, nel momento in cui lei aveva bisogno di noi, il dubbio di non averle dato tanto amore quanto ne abbiamo ricevuto da lei, il rimpianto di non essere riusciti ad andare via prima da Settimo Torinese (paese in cui i cani sono visti come la peste...) per trasferirci nella nostra casetta con giardino ,
la tristezza di queste quattro mura di casa che sono intrise dell'odore di Greta , ovunque ci giriamo c' qualcosa che ricorda lei, il balcone dal quale si affacciava , le sue foto incorniciate alle pareti, dalle sue ciotole ai suoi giochi, resta solo la rabbia e l'odio che proviamo per quel bastardo che ce l'ha portata via .....

Addio 'Polly Pocket' , ti abbiamo amata con tutto il cuore anche se forse non era ancora abbastanza, ci auguriamo che tu possa stare meglio dove sei adesso che non in questo mondo di merda votato ad un solo dio, il denaro,
e speriamo di poterti vedere ed abbracciare ancora una volta, nei nostri sogni .....

Alberto e Valeria

NON TI DIMENTICHEREMO MAI