CICI'

Caro piccolo mio,
nel giorno della tua scomparsa voglio gridarti la mia tristezza e la mia solitudine, anche se e' solo da qualche ora che non sei piu' accanto a me. Dopo 14 anni ti sei portato via una parte del mio cuore,tanti ricordi di tutto quanto passato insieme, gioie di cui abbiamo goduto e dolori sui quali ci siamo fatti forza con il ns reciproco affetto.... adesso mi sembra tutto vuoto. Forse il tempo mi aiutera' a lenire le sofferenze ma tu , caro cici', resterai sempre vivo nei miei ricordi cosi' come in quelli di Mariarosa, che ha sacrificato parte della sua gioventu' perche' non ti mancasse mai il ns affetto e la ns vicinanza e che io ringrazio per tutta la comprensione che ha sempre dimostrato. Caro piccolo tesoro mio, credo di non averti mai fatto mancare nulla e se esiste un Paradiso e' li' che dovrai stare insieme a tutti i tuoi fratelli piu' o meno fortunati di te. Stanotte ho avuto il privilegio di poterti tenere sul mio petto, di poter sentire il tuo respiro, di poter ascoltare il battito del tuo cuore confondersi col mio.... ed e' stata una gioia immensa. Poi ti ho messo a letto accanto a me tenendoti le zampette tra le mie mani affinche' non mi sfuggisse il tuo respiro....... ma ero cosi' stanco che ho chiuso gli occhi per cinque minuti e tu ne hai 'approfittato' per uscire dalla mia vita in punta di piedi.
Il tuo corpicino adesso giace in una piccola teca nel giardino di casa, proprio di fronte la camera da letto, e proprio adesso ci ho messo su un bellissimo geranio bianco, puro e candido come te. Arrivederci...... a presto tesoro mio.
Tuoi per sempre Franco,Mariarosa e Antonio.