TIGRIN

Ho sempre pensato che saresti invecchiata con noi,che ti avremmo vista correre ed esplorare con tuo “fratello” perché tu non sei mai stata una gatta, tu sei nostra figlia, lo sei stata da quando ti abbiamo incontrata tra le cartacce minuscola e spaventata nella casa in Messico; tu ci hai trasformato in famiglia, tu ci hai preparati ad essere genitori,tu ci hai insegnato la pazienza e l’amore,tu eri il nostro gioiello,nuestra nina per cui abbiamo fatto l’impossibile fino a portarti in Italia dove sei diventata sorella e mamma di Ethan di cui ti preoccupavi se piangeva tanto, e che sopportava le tranquilla le tirate di coda e pelo e che evidentemente qui tra grandi distese di campo ha trovato il luogo dove rimanere per sempre…ma nella strada sapevi di non dovevi andare eppure ci hai lasciati e non abbiamo idea di come vivere senza di te, Tigrin.E difficile pensarti sepolta sotto quel fico lontana dai nostri nostri abbracci e che al chiamarti non vedremo il tuo musetto entrare dalla finestra. Tu non sei andata via perché vivi in noi, perché siamo onorati di averti avuto nelle nostre vite e che tuo fratello abbia riso per la prima volta con te. Vieni a farci visita cucciola nostra perché senza di te davvero ci sentiamo incompleti. Ti amiamo e sempre ti ameremo. Sempre con te, mamma, papà e Ethan