PEGASO

Domenica mattina (27 ottobre 2002) è successo l'irreparabile: il mitico PEGASO ci ha lasciato, stroncato da un probabile attacco cardiaco.
PEGASO non era un cane qualsiasi (e non lo dico solamente perché era il mio cane): di carattere docile e tranquillo ma allo stesso tempo forte, coraggioso e saggio, come si addice ad un vero capo branco (credo sia stato l'unico cane che è stato morso da un bambino, senza reagire...).

Nato nel 1992, era stato prima imbarcato sulla motovedetta CP 259 della Guardia Costiera con la quale ha svolto diverse missioni fuori sede tra cui l'Albania (da febbraio a Giugno 1993), contribuendo alla ricerca e ritrovamento di molti clandestini nascosti.

Entrato a far parte della Scuola Italiana Cani Salvataggio Nautico nel 1994 è stato il primo pastore tedesco d'Europa a conseguire prima il brevetto avanzato di salvataggio ed uno dei pochi cani a raggiungere anche il brevetto operativo.
Nel corso della sua attività ha salvato complessivamente 4 persone !
Ha insegnato molto ad altri cani della Scuola, laddove non riusciva il conduttore è riuscito lui, tanto da meritarsi l'appellativo di 'professore'.
PEGASO se ne è andato secondo il suo stile, in riva al mare con la sua imbracatura indossata, in silenzio! A nulla sono valsi i ripetuti tentativi di rianimazione, lui aveva deciso di andarsene così, da eroe! E mentre tirava l'ultimo sospiro, tutti gli altri cani presenti in spiaggia hanno smesso all'improvviso di abbaiare, come per porgere rispettosamente l'ultimo saluto al loro 'professore'.
Ora PEGASO è sepolto sul Monte Conero, sotto un pino, con la sua imbracatura che nessuno ha ritenuto giusto di dover togliere.
Si dice che, 'quando cade un eroe, nasce una stella'. Tutte le sere volgo lo sguardo al cielo, cercando di trovare la stella di PEGASO (prima o poi la troverò...).

Con questa mail ho ritenuto doveroso informare chi ancora non ha saputo del triste evento e ringraziare quanti stanno partecipando al nostro immenso dolore. E per coloro che non hanno avuto la fortuna di conoscere PEGASO, purtroppo non sanno cosa hanno perso.


Grazie a tutti, ma soprattutto  grazie  PEGASO per gli 11 anni di felicità che ci hai regalato!
Corrado, Anna, Ivana, Valentina, Tobia